Non ho mai guardato un booktrailer

Ammetto la mia ignoranza, non ho mai guardato un booktrailer prima d’ora.

Non ho mai avuto la curiosità di guardarne uno per decidere se comprare o no un libro. Sarà che preferisco leggere, di conseguenza mi sono sempre avvalsa delle recensioni scritte su blog, giornali o store online, perciò mi chiedo se siano veramente utili per promuovere un’opera, e se valga la pena, in particolare per un autore esordiente, sborsare cospicue somme di denaro per realizzarne uno.

La produzione di un booktrailer è infatti parecchio laboriosa, avvalersi di personale qualificato può costare parecchio e improvvisarsi registi, soprattutto alle prime armi, comporta l’impiego di molto tempo ed energie e non è detto che il risultato sia soddisfacente, per non parlare delle implicazioni legali nel caso si utilizzino immagini, musiche e spezzoni di film e video reperibili sul web.

Ho perciò fatto qualcosa che non avevo mai fatto prima: guardare un book trailer, anzi, non mi sono limitata a uno solo, ma ne ho guardati parecchi fatti da produzioni più o meno famose e devo dire che non ho cambiato idea.

Alcuni sono senza dubbio molto belli e sarebbero anche perfetti per trailer di film, ma trovo che soffochino la fantasia e rubino così ai libri stessi una caratteristica importante, se non addirittura fondamentale: la capacità di far sognare.

Uno degli aspetti più belli dei libri e che li distinge dai film, dove le immagini castrano l’immaginazione (non c’è bisogno d’immaginare nulla poiché è già tutto spiattellato davanti ai nostri occhi), è proprio il fatto di poter liberare la nostra fantasia e farla correre sfrenata e senza limiti sulle ali delle parole scritte. La stessa frase, infatti, può evocare in ciascun lettore immagini e suggestioni completamente diverse e magari non sono nemmeno lontanamente simili alla visione iniziale dell’autore della frase. Questa è proprio una delle cause per cui spesso si dice che un film tratto da un libro sia più brutto del libro stesso. Accade perché vorremmo vedere sul maxi schermo la proiezione delle nostre fantasie e invece ci sorbiamo quelle di un altro.

Vi è mai capitato di leggere un libro dopo aver visto il film basato su quel libro? A me sì e durante tutta la lettura rievocano le scene del film. Temo quindi che coi booktrailer accada più o meno lo stesso.

Sarà che io preferisco i libri che lasciano più spazio possibile all’immagine e che descrivono più le emozioni e gli stati d’animo piuttosto che la fisicità dei personaggi e delle ambientazioni, di conseguenza trovo che i booktrailers tolgano magia ai libri.

Se però siete amanti dei prestavolto e volete dare ai lettori un’idea chiara di ciò che avete in testa, allora il booktrailer è ciò che fa per voi.

Annunci

3 pensieri su “Non ho mai guardato un booktrailer

    • La pensiamo sempre ugualeeeeeeeeee 🙂 Penso la stessa cosa, per il mio primo libro non ci ho nemmeno pensato e mi rifiuto categoricamente anche di tutta la questione prestavolto. Quando è uscito Immortal, per me la cosa più assurda, eppure la più bella, è stato sentire come i lettori si immaginavano i protagonisti ognuno a modo proprio, a volte contravvenendo anche alle descrizioni, a dimostrazione di quanto la nostra immaginazione sia attiva durante la lettura. I trailer sono belli dei film e delle serie Tv 🙂

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...