“Concerto a due voci” di Mariella Mogni – Recensione

51tBdndqV0L._SY346_Con questo romanzo intrigante, appassionato e ben scritto, Mariella Mogni si è aggiudicata la seconda edizione del concorso “Entra anche tu in Sperling Privé”. “Concerto a due voci” si presenta perciò con un ottimo biglietto da visita che crea anche parecchie aspettative che non restano inattese.

Viola e Manfredi, due persone che apparentemente non potrebbero essere più diverse, s’incontrano grazie ad uno scherzo del destino che stravolge le loro vite sovvertendo equilibri raggiunti faticosamente.

Viola e Manfredi, Manfredi e Viola, la narrazione si alterna fra i due protagonisti analizzandone abilmente i pensieri e gli sconvolgimenti emotivi.

Aride certezze o emozionante tuffo nell’ignoto senza paracadute? E’ questa la bruciante domanda che si pongono i protagonisti e attorno alla quale ruotano gli eventi, innescando un gioco della seduzione ambientato in una delle più belle e romantiche città del mondo: Venezia.

Trama

E se un giorno una passione vissuta finora solo tra le pagine di un libro diventasse realtà? Viola ha trentaquattro anni, un gatto, un fidanzato – che va e viene da ormai quattro anni – e ha all’attivo due libri che le hanno regalato qualche soldo e un po’ di notorietà. Viola è infatti una scrittrice di romanzi erotici. Ma, inquieta e vulcanica, ama lanciarsi sempre in nuove sfide e, per il suo prossimo lavoro, ha deciso di cimentarsi con qualcosa di diverso: un giallo, ambientato nella Venezia caotica e trasgressiva del Carnevale. Sbarcata in Laguna, carica di bagagli e aspettative, alla ricerca di spunti per la sua storia, Viola sarà presto turbata da un incontro. Un incontro con un uomo perfetto, sicuro di sé come solo le persone ricche e potenti sanno essere e dal nome altisonante, che cela però più di un’ombra nel suo presente come nel suo passato. Misurato in ogni suo gesto e arroccato dietro un’apparente pacatezza, saprà però trascinare Viola al centro di una vertiginosa e travolgente passione che nemmeno la sua più fervida fantasia da scrittrice avrebbe potuto immaginare. Protagonista e, al tempo stesso, spettatrice illustre e silenziosa di tutto il racconto è una magica e sensuale Venezia.

Oltre a “Concerto a due voci”, Mariella Mogni ha anche pubblicato: “I nostri incontri proibiti”, “Sarai il mio giocattolo”, “La donna di tutti”, “Peccati di famiglia”, per la collana Youfeel Rizzoli, “Oltre l’amore” per la collara Sperling Privé di Sperling & Kupfer e “Maledetto Natale” edito da Eroscultura.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...