Intervista a Sabrina Pennacchio

FB_IMG_15209438331132325Per la rubrica “Le interviste di LeggiAmaSogna Blog”, abbiamo il piacere di avere con noi Sabrina Pennacchio.

Sabrina Pennacchio nasce a Napoli il 10 – 02 – 1991
Costretta ad abbandonare gli studi di arte e moda, decide di dedicare gran parte del suo tempo alla sua più grande passione: ” la scrittura ”. At World’s End: Wanted Pirates è il suo romanzo d’esordio, edito dalla WritersEditor.

Ciao Sabrina,

grazie per essere qui con noi.

Siamo curiose di conoscerti un po’…

  • Se tu fossi un colore, quale saresti? Perché? Con quali sfumature?

Sono felice di essere qui e, anzi, grazie per avermi invitata! Direi assolutamente il rosa e tutto ciò che fa parte della sua famiglia ahah ormai per gli amici, tutto ciò che ha il rosa o una sfumatura di rosa è divenuto Sabrinoso ahah

  • Quale gusto di gelato preferisci?

Adoro la stracciatella!

  • Cosa ti fa arrabbiare?

Non mi piacciono le bugie, e odio i tradimenti.

  • Cosa, invece, ti disarma?

Mh, diciamo che è difficile disarmarmi, l’esperienza mi ha fortificato parecchio.

  • Che musica ascolti?

Raramente italiana o inglese, adoro quella giapponese ahah

  • Sei più terra, fuoco, aria o acqua?

Direi acqua.

  • Quale libro porti nel cuore?

In assoluto Cime Tempestose, ancora ci piango.

  • La stagione che ti piace di più?

Autunno~ né caldo né freddo.

  • Il tuo motto è….

《La gente vede la pazzia nella mia vivacità ma non riesce a vederla nella loro noiosa normalità》 vi dice qualcosa?

  • Qual è la prima domanda che fai a una persona per conoscerla meglio?

Oh cielo ahahah mh, dipende da persona a persona, ma più o meno inizio sempre dagli hobby.

  • Ecco, ci dai la tua risposta?

Trabocchetto eh? Ahah oltre a scrivere, nel tempo libero disegno manga e canto cover su YouTube.

  • Che rapporto hai con te stessa?

A parte quando prendo la fissa di vedermi grassa, direi che mi amo abbastanza. Insomma, per piacere bisogna piacersi, no?

  • Ti piace l’arte? Se sì, qual è la tua opera preferita?

Adoro l’arte, se la mettiamo come disegno, adoro Pirandello, come musica, amo come il pianista Yiruma crea melodie splendide.

  • Il personaggio delle fiabe cui ti piacerebbe assomigliare?

Io sono Belle della Bella e la Bestia ahah

Per conoscerti come autore:FB_IMG_15173357170946741

  • Com’è nata la tua passione per la scrittura?

Da bambina chiedevo sempre a mia madre di darmi foglio e penna per disegnare. Crescendo ho iniziato ad inventare sempre più storie per i personaggi che disegnavo, poi un giorno, delusa dal finale di un anime, scoprii il mondo delle fanfiction e voilà.

  • Quali libri hai pubblicato?

Per ora solo uno con la Writers Editor “At World’s End: Wanted Pirates” ma ne ho già tanti altri nel cassetto, da proporre e pubblicare. Insomma, scrivo da quando avevo quasi 14 anni ahah

  • Quanti giacciono inediti nel cassetto?

Di conclusi 2 conclusivi più 2 che invece sono i primi di una saga che ho ancora in corso. Di romanzi invece che ho scritto e devo continuare, eh ahah direi ad occhio e croce altri 5 o 6.

  • Editoria o self? Perché?

Per anni ho cercato una casa editrice, perché, insomma, che questa sia conosciuta o meno, sicuramente può aiutarti come tu da solo non puoi, e se è buona come la mia, ci guadagni come se ti autopubblicassi ma in cambio non ci perdi soldi e tempo per fare le cose da te. Purtroppo sino allo scorso ottobre però trovavo tutte case editrice che ti chiedevano soldi per pubblicarti, quindi avrebbero pubblicato anche chi non valeva una ceppa, pur di guadagnare. A fine ottobre mi dissi: ma al diavolo tutti, mi autopubblico! Registrai i miei romanzi conclusi alla siae e una settimana dopo mi scrive la mia casa editrice attuale ahahah

  • Ti dedichi solo a un genere oppure spazi in più ambiti?

Io amo il fantasy ma cerco di rendere ogni mio romanzo diverso perché voglio attirare quante più persone possibili e accontentare tutti i tipi di lettori.

  • Quale, in ogni caso, coinvolge maggiormente la tua creatività? Perché?

Direi che Wanted è quello che per ora mi ha fatto penare e sbizzarrire di più, dopo due anni di studio sul 1837 e la pirateria, sono riuscita a creare l’epoca realistica/fantastica che desideravo. Fantastica perché i fatti reali sono alterati per rendere la storia come desideravo, difatti chi ne capisce si accorgerà subito che ciò che è scritto non è del tutto realistico. Spero piaccia, ci ho lavorato tanto.

  • Quale personaggio dei tuoi libri ti somiglia di più?

La protagonista del prossimo che pubblicherò, ma saprete di lei solo in seguito eheh

  • La soddisfazione più grande come autore raggiunta fino a questo punto?

Una ragazza mi ha detto che sono una delle poche persone italiane che meritano di essere definite artiste. Insomma, ho pianto davvero ahahah.

  • La frustrazione, invece?

Frustrazione proprio no, ma mi è capitato che dei fan della pirateria non accettassero del tutto la mia idea di alterare la realtà dei fatti per mio desiderio, ma hanno comunque apprezzato l’opera quindi sono contenta. Ovviamente ognuno ha un proprio gusto letterale.

  • Il desiderio che esprimi come scrittore quando vedi una stella cadente?

“Ti prego fa’ che la gente non pensi che i miei libri facciano schifo” ahah

  • Quali progetti futuri stai covando?

Completare i romanzi nel cassetto e pubblicare quelli già completi. Vorrei vivere di questo ma so che è difficile come mondo, quindi per adesso mi copro anche le spalle e mi assicuro un futuro, studiando come estetista. Due lavori sono meglio di uno, insomma ahah

  • Scrivere è…

Rendere reale ciò che la tua mente crea.

  • Dove scrivi di solito? In quale ora del giorno?

In camera mia, di notte quando tutti dormono e non possono disturbarmi ahah

  • Segui uno schema nel tuo processo creativo oppure lasci che si dispieghi da sé?

Io so sempre come finisce la storia, il problema è arrivarci col consenso dei personaggi ahah

  • Tu bloccata davanti a un foglio bianco: come reagisce il tuo io scrittore?

Inizio a piangere, scrivo comunque, cancello, attendo ahah

  • Quanto tempo riesci a dedicare alla scrittura?

Quando sono libera, anche tutto il giorno. Altrimenti solo le ore notturne finché non crollo sul pc.

  • Che tipo di autore sei? Descriviti con tre parole.

Ansiosa, determinata, innamorata dei suoi bambini.

  • Quali sono i punti forti del tuo stile narrativo?

L’imprevedibilità. I miei romanzi non finiscono mai come immaginate ahah

  • I punti deboli?

Lo lascio scegliere al lettore.

  • Scegli uno dei libri che hai pubblicato e spiegaci tre motivi per leggerlo.

Visto che per ora è uscito solo Wanted (abbreviazione sennò è lungo il titolo) vi dico di comprarlo perché: sono simpatica-?-, Calico Jack è gnocco, se vi piace l’avventura penso che vi piacerà ~

  • Usi un nome d’arte? Se sì, perché?

Strawberry (infatti su YouTube, Wattpad e sulla mia pagina come mangaka mi conoscono così) perché da piccola amavo le Mew Mew e io e la protagonista, che si chiamava così, eravamo praticamente identiche ahah

Grazie e in bocca a lupo per il tuo libro.

Grazie mille, mi sono divertita tantissimo ~ viva il lupo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...