Recensione: “La spia di Milord” Di Fabiola D’Amico

cover spia 1

“Obbedì, perché a lui non sapeva ribellarsi, era l’amore la chiave di quella obbedienza. Un amore cieco e incapace di rifiutargli nulla, un amore che avrebbe anche elemosinato il più piccolo dei contatti. La vicinanza. Tutto.”

(Tratto da “La spia di Milord” di Fabiola D’Amico)

Una delle caratteristiche più belle e affascinanti della Vita è la sua assoluta imprevedibilità.
Sono infatti crudeli imprevisti a mettere Juliette sulla strada del perfido primo ministro Fouché, e ad essergli fedele in nome di una vuota riconoscenza i cui frutti non bastano però a mitigare il suo animo subdolo e malvagio. Fouché, infatti, pur di assolvere alla propria causa, non lesina di costringere Juliette a vendere la propria verginità e la propria dignità al miglior offerente, infiltrandola in una vendita di vergini con lo scopo di stanare e uccidere gli ideatori dell’attentato a Napoleone. Juliette, però, non è una spia senza scrupoli, ma una semplice modista dal cuore grande e puro.
È perciò con il cuore colmo di paura e ineluttabile impotenza che Juliette cede al ricatto di Fouché e intraprende un tormentato viaggio che da Parigi la porta a Londra consapevole che in ballo non c’è solo la sua verginità e che le conseguenze di un suo fallimento sarebbero devastanti. Ma persino il più perfetto dei piani deve sottostare alla volontà del destino, soprattutto se a complicare le cose arriva l’amore e un’indomabile passione.
L’amore, infatti, è in grado di sovvertire gli schemi, ribaltare i piani e condurci ove mai avremmo pensato di poter arrivare, poiché l’amore è una forza oscura e misteriosa che rende forte il vile e vile il forte, infondendo coraggio negli animi più codardi e paura in quelli più temerari.
Sulle ali di un erotismo raffinato e delicato che avvolge ogni pagina, senza cedere mai il posto a termini crudi che potrebbero urtare gli animi più sensibili, Fabiola D’Amico ci porta fra Parigi e Londra nel dicembre del 1800, raccontandoci una storia intrisa di passione, lussuria, spie, intrighi politici e doppio gioco per ricordarci che bisogna sempre diffidare delle apparenze e che non bisogna mai perdere la speranza.
Juliette lo capisce a sue spese e si ritrova irretita e soggiogata nel corpo e nell’anima da una passione forsennata che la rende schiava, vittima e carnefice al tempo stesso, costringendola a scelte dolorose. Chi può decidere se valga più una vita piuttosto che un’altra? E che fare se il nemico da eliminare si dovesse rivelare maledettamente attraente e conturbante? Non vi resta che scoprirlo leggendo “La spia di Milord” di Fabiola D’Amico.

“Il vostro corpo vuole ciò che la mente teme.”

(Tratto da “La spia di Milord” di Fabiola D’Amico)

Trama

Parigi- Londra 1800
Dopo l’attentato a Napoleone il primo Ministro Fouché manda a Londra una sua giovane e vergine spia per stanare gli ideatori del complotto. il suo compito sarà uccidere chi ha aiutato il sovvertitore. Juliette non può sottrarsi a questo compito e si ritrova coinvolta in una vendita di vergini. Il suo acquirente è Lord Hamilton, all’apparenza un nobile buono a nulla. Dopo una notte di passione infuocata, Juliette capirà che spesso le persone indossano maschere. Porterà a buon fine la missione? Ucciderà il lord?

L’autricefoto_fabiola-damico_500x

è cresciuta ad Aspra, in provincia di Palermo, e vive a Bagheria. Il lavoro occupa gran parte del suo tempo ma appena può s’immerge nella lettura o nella scrittura. Oltre a “La spia di Milord” ha pubblicato Un giorno da favola, Un matrimonio da favola, Amore per tre e Io lo chiamo amore con la Newton Compton, e molte altre opere, dalle tinte erotiche e non, in self publishing come Sensuali tentazioni sull’Orient Express, Passioni mortali, La compagnia delle orchidee per Damster Eroxè e molte altre disponibili su amazon e negli store online.

Titolo: La spia di Milord
Autore: Fabiola D’amico
Editore: Self Publishing
Data di uscita: 14 aprile 2018
Prezzo: ebook 1,99 prezzo cartaceo 5,99

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...